Dottorato

Dottorato

Corso di Dottorato di Ricerca in Scienze, Tecnologie e Misure Spaziali 

Obiettivi formativi 

Lo scopo principale del Corso di Dottorato STMS è la formazione di Dottori di Ricerca in grado di realizzare la ricerca in discipline connesse con le scienze, le tecnologie e le misure per lo spazio, con una ampia visione delle rispettive problematiche. 
Gli studenti di dottorato di solito operano all'interno di programmi nazionali o sovranazionali, spesso in collaborazione con importanti gruppi internazionali di ricerca, e partecipano attivamente ad attività teoriche o tecnologiche o sperimentali nell'ambito di tematiche di ricerca di interesse per il Corso, così acquisendo conoscenze ampie e interdisciplinari. 
Il processo educativo del Corso consente agli studenti di acquisire competenze specifiche che potranno essere utilizzate al meglio sia in prospettiva di una carriera universitaria, sia di una posizione in istituti di ricerca o in settori industriali. La formazione del Corso e i vari contatti con industrie del settore possono inoltre stimolare le capacità potenziali del dottorando di indurre una ricaduta sul territori delle conoscenze acquisite, inducendo la crescita di spin-off ad alta tecnologia, per migliorare la capacità dell'industria locale e per competere nel più vasto scenario nazionale ed internazionale. Questo approccio interdisciplinare è alla base della formazione di Dottori di Ricerca in grado di gestire programmi di ricerca scientifici e/o industriali a livello di leadership. 

Il Corso di Dottorato, che deriva dall'unione di due distinti corsi di Dottorato ("Scienze e Tecnologie Spaziali" e "Misure Meccaniche per l'Ingegneria"), ha due diversi Curricula: "Misure Meccaniche per l'ingegneria e lo Spazio" (MMIS) e "Scienze e Tecnologie per Applicazioni Satellitari e Aeronautiche" (STASA). 

Esempi di competenze acquisibili rispettivamente nei due Curricula sono le seguenti: 
MMIS:
- Analisi e definizioni delle metodologie di misura e di elaborazione dei dati 
- Analisi funzionale di strumentazione e rappresentazione attraverso la teoria generale 
- Definizione di metodi per valutare l'incertezza 
- Procedure innovative per la misura con metodi non convenzionali 
- Misure di fenomeni tempo-variabili con l'elaborazione dei dati on-line e monitoraggio di processi industriali 
- Metodi per validare i modelli interpretativi in diagnostica industriale e clinica 
- Installazione industriale e collaudo delle attrezzature con progettazione del sistema di misura ottimale 
- Tecniche di misura in diagnostica clinica 
- Progettazione e allestimento di esperimenti di laboratorio che simulano condizioni ambientali ostili 
- Test di sistema meccanico, sviluppo, collaudo e prove di qualificazione 
- Progettazione e messa a punto di misurazione e verifica dei dispositivi di strumentazione opto-meccanici e ultrasuoni 

STASA
- Ingegneria di sistema e analisi di missione 
- Analisi strutturale e termica dei sistemi spaziali 
- Robotica avanzata: meccanismi e sistemi a filo nello spazio 
- Dinamica del volo spaziale e di controllo di assetto 
- Navigazione spaziale 
- Rivelatori di fotoni dai raggi X soffici al vicino infrarosso 
- Ottica e strumentazione scientifica per lo spazio 
- Fisica dei pianeti, lune, comete, asteroidi 
- Analisi di missione per l'Universo e l'osservazione della Terra 
- Interazione tra satellite e ambiente spaziale 
- Neuroscienze e psicologia comparativa per applicazioni spaziali 

Requisiti di ammissione 
Per essere ammessi a un Corso di Dottorato di Ricerca occorre essere in possesso di una Laurea Specialistica o Magistrale, oppure di un titolo di studio equivalente se conseguito all'estero. Data l'interdisciplinarità del Corso di Dottorato STMS non è richiesta una particolare tipologia di laurea: tuttavia, siccome i settori di ricerca del Corso sono tipicamente a carattere scientifico/ingegneristico, una laurea nei settori di ingegneria o scienze consente di comprendere più rapidamente ed efficacemente gli argomenti trattati durante le lezioni e sviluppati nell'attività di ricerca. 

La selezione per l'accesso ai Corsi di Dottorato avviene per concorso pubblico: il bando è pubblicato annualmente dall'Ateneo di Padova ed è reperibile sul sito web relativo. 

Percorso formativo 
Il Corso ha durata di tre anni. Il titolo di Dottore di Ricerca si ottiene avendo acquisito complessivamente 180 crediti ECTS (European Credit Transfer and Accumulation System), comprensivi di eventuali periodi di studio all'estero e stage, e avendo condotto una attività di ricerca con contributi originali. 

I crediti si articolano secondo lo schema seguente: 

- 30 crediti ECTS nell'arco dei tre anni in attività didattiche: queste includono lezioni, corsi e seminari, più le ore di studio, le partecipazioni a Scuole, corsi e congressi. L'attività didattica è divisa tra trasversale, comune ad entrambi i Curricula, e specialistica, dedicata ai singoli Curricula. 
- 150 crediti ECTS nell'arco dei tre anni in attività di ricerca, che devono portare al completamento della Tesi di Dottorato. 

Il programma formativo previsto dal Corso di Dottorato è definito nell'arco dei tre anni, ma non segue uno schema rigido. Infatti, a causa della notevole diversità culturale dei dottorandi STMS, la formazione erogata dipenderà anche dal background culturale di ciascuno e si cercherà, nei limiti del possibile, di adattarla agli obiettivi dell'attività di ricerca del dottorando. 

È fortemente suggerito che i dottorandi effettuino nell'arco dei tre anni una permanenza all'estero, con un limite massimo di 1.5 anni, presso qualificate istituzioni scientifiche (università, centri di ricerca, ...). Le finalità di questo soggiorno devono essere quelle di una ulteriore opportunità di apprendimento e di un miglioramento nell'ottenimento dei risultati della ricerca. 

Sbocchi professionali 
L'inserimento professionale dei Dottori di Ricerca STMS è di seguito distinto tra i due Curricula. Le informazioni disponibili mostrano che i Dottori di Ricerca STMS ottengono in tempi relativamente brevi rapporti di lavoro a tempo determinato o indeterminato; alcuni Dottori di Ricerca sono stati assunti presso industrie aerospaziali europee tramite degli "head hunters" che ricercavano profili particolarmente versatili di elevata formazione tecnologica. 

I Dottori di Ricerca del Curriculum MMIS si occupano prevalentemente della progettazione, realizzazione e qualifica di strumenti per la misura e analisi di grandezze meccaniche e termiche, trovando ampio inserimento professionale nell'ambito delle strutture di ricerca. Nell'ambito della ricerca applicata, le competenze del Dottore di ricerca in MMIS sono richieste in industrie di strumentazione meccanica, termica e opto-meccanica, e in società di servizi informatici, con particolare riguardo al settore aerospaziale. 

Le tipiche tipologie di inserimento professionale per i Dottori di Ricerca del Curriculum STASA possono essere riassunte in: inserimento in Università, industria aerospaziale, Agenzie Spaziali (nazionale o estere) e Laboratori associati, Osservatori Astronomici INAF, aziende dove sono richieste competenze di ottica e di sistemi software, laboratori esteri, avvio di (o partecipazione a) piccole imprese di tecnologie avanzate.